Tempio dell'occulto, 2004 ceramica h.cm 33, Pasquale Mastrogiacomo, Acerno(SA).

La scultura raffigura un mezzo-busto, con la testa di gufo, in camicia e cravatta. L’opera è concepita come un tempio a navata unica che si sviluppa in senso trasversale rispetto al riguardante. L’entrata si trova sul prospetto laterale sinistro mentre la facciata principale assume le fattezze del rapace notturno. IlContinue Reading

La libertà guida la Natura, 2009 bozzetto con diversi materiali, Pasquale Mastrogiacomo, Acerno(SA).

L’opera realizzata da Pasquale Mastrogiacomo rappresenta un branco inabissato di pesci. Il gruppo, nel quale si scorgono diverse specie, nuota in prossimità del fondale marino con il quale si mimetizza il corpo esanime di un grande pesce, che fluttua sostenuto dal movimento delle onde. La varietà delle forme testimonia laContinue Reading

Personificazione di una città, 2008 olio su tela cm 70x90,Pasquale Mastrogiacomo(SA).

Personificazione di una città, 2008 olio su tela cm 70×90 Al centro del dipinto campeggia una città dalle fattezze umane in cui si incontrano il genere maschile (simbolicamente rappresentato dalla cravatta) ed il genere femminile (emblematizzato dagli occhi e dalla bocca). Dal loro incontro origina un’esplosione di caseggiati in cuiContinue Reading

Le coscienze nella storia, 2007 olio su tela cm 60x90,Pasquale Mastrogiacomo, Acerno(SA).

La tela è costruita intorno alla sagoma di una croce greca. Al centro domina la rappresentazione del mondo nel quale si fondono le teste di un cardinale e di un imam. L’abito dell’imam, di seta cangiante, riflette l’immagine delle dune desertiche. Sull’asse verticale della croce due clessidre intersecano il mondo.Continue Reading

Contrapposizione di visioni, 2008 olio su tela cm 60x80, Pasquale Mastrogiacomo Acerno(SA).

Contrapposti, l’uno di fronte l’altro, due mezzibusti si contendono un pianeta arido e desertico. Collocati lateralmente alla composizione rappresentano due visioni del mondo in perenne conflitto. Fusi con la rotondità del globo terrestre penetrano in profondità la crosta della terra condizionando la vita quotidiana dei popoli.  La tunica giallo ocraContinue Reading

Generale, 2008 olio su tela cm 70x80,Pasquale Mastrogiacomo, Acerno(SA).

Quando il passato ed il presente si incontrano e si fondono nella coscienza dell’individuo la tela prende vita e racconta una storia… Il dipinto sembra materializzare interrogativi sulla fede, il potere, il valore delle istituzioni. Nasce dalle investigazioni dell’artista e si proietta con la forza di una visione onirica. IContinue Reading

I tre rappresentanti, 2007 olio su tela, cm 100x100, Pasquale Mastrogiacomo.

L’occhio dell’artista è in grado di raccontare la realtà nella sua essenza, di cogliere ciò che non è immediatamente evidente, di percepire e rivelare, con la sua sensibilità, meccanismi, processi e trasformazioni in atto. In questo dipinto un’iconografia tradizionale si presta in modo singolare e persuasivo alla riflessione sui nuoviContinue Reading

I tre rappresentanti, 2007 olio su tela, cm 100x100, Pasquale Mastrogiacomo.

In collezione privata Tre figure spuntano dai lati del quadro sovrapponendosi nei volti dividendo la composizione in tre registri, in ciascuno uno scenario differente si oppone all’altro. Le figure, collocate in modo non simmetrico, si propongono allo spettatore come rappresentanti di una nuova era, ognuno con un orizzonte da proporreContinue Reading

Monoteismi a confronto 2009, olio su tela cm 100X100, Pasquale Mastrogiacomo.

L’opera si presenta come una crocifissione antropomorfa in cui i bracci della croce sono costituiti da tre figure simbolo delle religioni del libro: il Cristianesimo, l’Ebraismo e l’Islam. Tre uomini, un vescovo, un rabbino e un imām, si mostrano al riguardante con fierezza e austerità. Le loro teste si fondonoContinue Reading

Città mortifera, 2007 olio su tela 50x60, Pasquale Mastrogiacomo.

Il dipinto si presenta come una allegoria della modernità, metafora del progresso ad libitum. Come in una visione onirica la città è nuda, si offre senza percorsi, senza orizzonte e senza futuro, disarmata ed inerme sembra scompaginarsi, consumata dall’ingordigia del genere umano. Le luci sono spente, le case deserte, leContinue Reading